Taglio del nastro per il nuovo Centro intercomunale di Raccolta di Copparo

È stato inaugurato stamattina, dal Presidente del Consiglio di Amministrazione di CLARA, Annibale Cavallari e dal direttore generale, Raffaele Alessandri, alla presenza del Sindaco uscente Nicola Rossi, il nuovo Centro intercomunale di raccolta differenziata di Copparo.

Progettata dall’ufficio tecnico di CLARA, la nuova stazione ecologica è stata realizzata nel tratto finale a fondo chiuso di via del Lavoro: un’area che per anni è stata oggetto di degrado a causa dei frequenti e incontrollati abbandoni di rifiuti da parte di incivili e a cui ora viene finalmente restituita dignità, grazie a questo intervento di pubblico servizio che va a beneficio di tutti i cittadini copparesi e dei Comuni limitrofi.

Con i suoi 1.165 metri quadrati completamente pavimentati, recintati e illuminati, il nuovo Centro di Raccolta, che a breve sarà fruibile agli utenti, ospita 7 container scarrabili da 27 metri cubi e altri spazi dedicati alle specifiche raccolte di oli, batterie, piccoli RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), vernici e solventi, filtri per l’olio, neon e lampade a basso consumo, pile e farmaci, oltre ad un piccolo ufficio.

«Si tratta di uno dei quattro nuovi interventi voluti dal Consiglio di Amministrazione di Clara per arrivare a dotare il territorio di almeno un Centro di Raccolta ogni 10mila abitanti, e agevolare così una corretta gestione dei rifiuti da parte dei cittadini» ha ricordato il Presidente Cavallari. «Confidiamo che una presenza più capillare di strutture di questo tipo possa contribuire anche a ridurre la cattiva abitudine degli abbandoni».

«Un’operazione che abbiamo voluto fortemente – ha ribadito il sindaco Nicola Rossi –  al fine di contrastare l’abbandono dei rifiuti e di dare un servizio di prossimità ulteriore alle famiglie nella gestione del rifiuto casalingo, un passo in avanti verso la possibilità di intervenire nella riduzione delle tariffe».

I Centri attualmente disponibili nel basso ferrarese sono otto: Comacchio, Massa Fiscaglia, Migliaro, Ostellato, Portomaggiore, Voghiera, Tresigallo e la piattaforma Crispa a Jolanda di Savoia. I nuovi, oltre a quello di Copparo inaugurato oggi, sono previsti a Bosco Mesola, a Codigoro e ad Alberone di Ro (Riva del Po) e saranno tutti intercomunali, accessibili cioè agli utenti di Clara indipendentemente dal luogo di residenza.

In totale CLARA investirà oltre 1,2 milioni di euro per queste quattro nuove strutture, che, considerando anche l’alto ferrarese, porteranno a 20 il numero di Centri di Raccolta nei 19 Comuni serviti da Clara. Nell’alto ferrarese sono infatti già attivi sette Centri a Bondeno, Scortichino, Mirabello, Sant’Agostino, Poggio Renatico, Vigarano Mainarda e Cento: l’azienda conta di rendere presto intercomunali anche questi.