Emergenza coronavirus: possibili ritardi nel recapito dei calendari da parte di Poste

I calendari della raccolta porta a porta per il periodo aprile 2020 – gennaio 2021 vengono spediti tramite posta al domicilio di tutti gli utenti e sono già disponibili su questo sito, nella sezione ‘Ecocalendari’ e nella sezione ‘Il tuo Comune‘.

Mercoledì 11 marzo Poste Italiane ha diramato a livello nazionale una comunicazione in cui informa che “l’attuale emergenza sanitaria, nell’imporre le necessarie precauzioni a tutela della salute pubblica, genera ricadute operative che non rendono possibile, allo stato, garantire il rispetto dei livelli di servizio previsti, fermo l’impegno di Poste Italiane a ridurre al massimo i possibili disagi” (qui la comunicazione ufficiale di Poste).
Sono quindi prevedibili ritardi nel recapito dei calendari. Si consiglia perciò, qualora non arrivassero a casa entro la fine di marzo, di scaricare i calendari da questa sezione del sito o di consultarli, nel formato web-app, dalla sezione ‘Il tuo Comune’, dopo aver selezionato il Comune e la zona di riferimento.