Stampa

Ritiri a domicilio

CLARA effettua nei Comuni soci servizi di ritiro a domicilio su chiamata di alcune tipologie di rifiuti.

Tutti i servizi (ad eccezione del servizio di ritiro dell’eternit domestico –> vedi istruzioni) devono essere prenotati tramite lo sportello telefonico oppure tramite lo Sportello On-Line*

* Sportello on line attualmente disponibile solo per i Comuni ex AREA

N.B.: Ci sono alcuni tipi di rifiuti che CLARA non è autorizzata a ritirare direttamente a domicilio, come le batterie e gli oli per auto e altri rifiuti considerati pericolosi.
Per questi materiali i cittadini devono aver cura di rivolgersi ai Centri comunali di raccolta, oppure all’Ecomobile dove attiva.

Batterie, oli minerali e pneumatici dovrebbero in ogni caso essere ritirati dal rivenditore al momento del cambio. Solo nel caso di sostituzione fai-da-te è indispensabile ricorrere ai Centri di raccolta o ad uno smaltitore privato.

Rifiuti ingombranti

Il servizio viene svolto su appuntamento, da prenotare telefonicamente  o tramite lo Sportello On-Line*.
Verranno chiesti il codice cliente, le generalità dell’interessato, l’indirizzo, e si concorderà una data in cui il personale CLARA passerà a ritirare gli oggetti, che dovranno essere posti fuori dall’abitazione, oppure in cortile se questo è accessibile all’automezzo. Ecco un elenco dei rifiuti ingombranti ritirabili da parte di CLARA.

* Sportello on line attualmente disponibile solo per i Comuni ex AREA

  • Aspirapolvere
  • Biciclette
  • Carrozzine da bambini
  • Computer
  • Cucine e fornelli
  • Damigiane (o bottiglie che non passano nella campana del vetro)
  • Ferri da stiro
  • Forni
  • Forni a micronde
  • Giochi in plastica da giardino
  • Impianti hi-fi, radio
  • Lampadari
  • Lastre di vetro
  • Lavastoviglie
  • Lavatrici
  • Materassi
  • Mobili in legno ed in ferro
  • Motorini (solo se privi di targa e motore)
  • Pannelli (ondulina) in ferro
  • Pannelli in lamiera
  • Pannelli in legno
  • Perlinato solo se misto ad altri materiali
  • Plexiglass
  • Pvc
  • Reti da letto
  • Reti da recinzione
  • Sanitari
  • Sedie in legno ed in ferro
  • Seggioloni da bambini
  • Specchi
  • Stampanti
  • Tavoli in legno ed in ferro
  • Telefoni, cordless
  • Televisori
  • Tubi in ferro
  • Tubi in plastica
  • Vasi di terracotta
  • Videoregistratori

Il servizio è gratuito una volta all’anno (nei comuni privi di Centro di Raccolta è gratuito due volte all’anno. Il limite massimo è di 5 colli per chiamata, ove per ‘collo’ si intende anche un gruppo di oggetti sollevabili con un unico movimento (ad esempio sedie impilate, oppure uno scatolone contenente pc, tastiera e mouse).

In caso di superamento del limite si può richiedere il servizio a pagamento, secondo le tariffe deliberate annualmente dal Comune.

N.B. Il servizio ingombranti è fruibile in massima parte anche dalle aziende, tuttavia ci sono alcune categorie di RAEE che per legge non possono rientrare tra i rifiuti assimilati agli urbani. Si tratta in particolare delle categorie R1 (frigoriferi, congelatori, condizionatori), R3 (tv e monitor) ed R5 (sorgenti luminose). CLARA non è quindi autorizzata al ritiro di questi rifiuti presso attività commerciali, artigianali e industriali, anche se provengono da clienti domestici che li hanno consegnati al rivenditore in occasione di un nuovo acquisto.

Verde e ramaglie in grandi quantità

Servizio utile per grandi quantità di verde e ramaglie e scarti vegetali da manutenzione del giardino, viene svolto su appuntamento, da prenotare telefonicamente o tramite lo Sportello On-Line*. Verranno chiesti il codice cliente, le generalità dell’interessato, l’indirizzo, e si concorderà una data in cui il personale CLARA passerà a ritirare il materiale.

Nei Comuni privi di un Centro di raccolta (o con Centri di raccolta privi del contenitore per il verde)  il servizio è gratuito fino a due volte all’anno. Nei Comuni dotati di Centro di raccolta è gratuito una sola volta all’anno. In caso di superamento del limite si può richiedere il servizio a pagamento, secondo le tariffe deliberate annualmente dal Comune.

* Sportello on line attualmente disponibile solo per i Comuni ex AREA

Macerie e inerti da piccole demolizioni domestiche

Servizio non ancora attivo nei Comuni di Bondeno, Cento, Poggio Renatico, Terre del Reno e Vigarano Mainarda

È attivo, per le sole utenze domestiche, un servizio di ritiro a domicilio anche per macerie, mattoni, pietrisco, piastrelle, calcestruzzo, intonaco e altri materiali inerti derivanti da piccole demolizioni domestiche. Il servizio viene svolto su appuntamento, da prenotare telefonicamente o tramite lo sportello on line. Verranno chiesti il codice cliente, le generalità dell’interessato, l’indirizzo, e si concorderà una data in cui il personale CLARA passerà a ritirare il materiale.
La quantità massima ritirabile è di un metro cubo e ciascuna utenza può usufruire gratuitamente del servizio solo una volta nell’arco dell’anno. Il giorno concordato per il ritiro il cliente deve curarsi di porre il materiale in un unico punto, accessibile ad un automezzo dotato di polipo. Gli inerti NON devono essere mescolati con altri materiali (sacchi di plastica o carta, tubi ecc.).

Pneumatici fuori uso

Servizio non ancora attivo nei Comuni di Bondeno, Cento, Poggio Renatico, Terre del Reno e Vigarano Mainarda

Il servizio, rivolto esclusivamente alle utenze domestiche, è utilizzabile con un limite massimo di due pneumatici da moto e quattro da autovettura all’anno. Sono compresi anche i ritiri di camere d’aria, sono invece esclusi i cerchioni – che possono essere ritirati solo se separati – e i copricerchi.

Piccole quantità di rifiuti contenenti amianto

Servizio non ancora attivo nei Comuni di Bondeno, Cento, Poggio Renatico, Terre del Reno e Vigarano Mainarda

Il servizio, rivolto alle utenze domestiche, riguarda il solo ritiro del materiale, che deve essere prima rimosso, trattato e imballato a cura del cittadino stesso.

Per utilizzare il servizio è necessario accertarsi che il rifiuto da smaltire sia compatibile con le quantità definite dal protocollo d’intesa firmato da Provincia di Ferrara, ATERSIR, AUSL, ARPA, AREA e tutti i comuni serviti da AREA.

Allegati e modulistica: